Classe Viva


IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Visto il Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 - Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, inmateria di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

Visto l’obbligo di lasciare sgomberi gli spazi destinati a punti di raccolta degli studenti e del personale della scuola per le emergenze e nel caso di evacuazione dell’Istituto;

Considerato che devono essere assolutamente garantiti gli spazi liberi per consentire il passaggio e le manovre ai mezzi di soccorso dei Vigili del Fuoco o alle ambulanze in caso di emergenza o di altri mezzi comunque impiegati per le necessità della Scuola;

Considerato che gli spazi di pertinenza dell’Istituto, di cui all’oggetto, sono stati, finora, utilizzati in maniera impropria da tutto il personale della Scuola, dagli Studenti, dai loro Genitori;

Considerato che un utilizzo disordinato degli spazi non garantisce l’incolumità delle persone e il buon funzionamento della Scuola ed è in contrasto con le norme sulla sicurezza;

Vista la limitata capienza dello spazio destinato al parcheggio che non consente di soddisfare completamente la sosta di tutti gli autoveicoli e dei motocicli della potenziale utenza;

Considerato che, spesso, nei cortili della scuola si introducono, stazionano e sostano auto, moto e persone estranee ad essa;

Considerata la necessità di regolamentare l’accesso e l’uscita dalla scuola degli autoveicoli e dei motoveicoli;

Tenuto conto dell’impossibilità di garantire la vigilanza sugli spazi esterni di pertinenza della scuola a causa

dell’insufficiente organico del personale scolastico.

 

DISPONE 

Art. 1

(parcheggio e circolazione biciclette e motocicli)

  • L'ingresso dei motorini dal cancello principale, e l'uscita dallo stesso, dovrà avvenire a motore spento o a passo d’uomo;
  • Il parcheggio di biciclette e motorini è consentito esclusivamente negli spazi appositamente predisposti, alla sinistra dell’ingresso principale. E’ assolutamente vietato parcheggiare in spazi diversi da quelli precedentemente definiti;
  • I motocicli dovranno essere disposti, nell’area ad essi destinata di cui sopra, in maniera ordinata, senza creare situazioni di pericolo e consentendo l’uso razionale dei parcheggi.
  • E’ vietato, per qualsiasi ragione, utilizzare o spostare i motocicli durante la ricreazione o durante le ore di lezione, anche da parte di quegli studenti che non si avvalgono dell’insegnamento della Religione Cattolica.

Art. 2

(parcheggio e circolazione autovetture)

  • Tutti i veicoli autorizzati entreranno e usciranno dall’istituto a velocità moderata, prestando la massima attenzione durante l’ingresso e l’uscita degli studenti dalla scuola, cedendo loro il passo;
  • Il parcheggio delle autovetture è consentito, negli spazi appositamente predisposti (perimetro esterno), esclusivamente al personale della scuola (docenti e ATA) fino a esaurimento dei posti disponibili;
  • È vietato parcheggiare negli spazi non consenti e più precisamente lungo il perimetro interno, sui marciapiedi, al centro della carreggiata e nell’area retrostante l’edificio;
  • Nell’impossibilità di parcheggiare le autovetture per la raggiunta capienza dei parcheggi, si dovrà posteggiare nella pubblica via;
  • È vietato agli studenti introdurre autoveicoli, anche se privi di targa e conducibili senza patente, e sostare nei posteggi della scuola;
  • Le presenti disposizioni valgono anche per i genitori degli alunni.

 

Deroghe alle presenti disposizioni dovranno essere disposte per iscritto dal Dirigente Scolastico.

 

                                                                                                              Il Dirigente Scolastico

                                                                                                                    Maurizio Trani

IL BIANCHINI PER L'INCLUSIVITA'

Normativa BES/DSA

PROGETTI PER L’INCLUSIVITA’

 

AID Italia

 

 

AIDA Associazione

Portale Autismo

Fish Onlus

 

BES

Dislessia Amica


Siamo qui