Classe Viva


Si invitano i  docenti a prendere visione della comunicazione in allegato relativa al Progetto formativo: "DiversAbilmente...In Rete" finalizzato al potenziamento delle competenze dei docenti e alla qualificazione dell'offerta di inclusione scolastica degli alunni con BES.

Il Progetto prevede due percorsi di formazione: alunni con DSA e stesura PDP e alunni con disturbi dello spettro autistico e stesura PEI.

Allegati:
FileDescrizione
Scarica questo file (corso di formazione bes e autismo latina ics.pdf)formazione BED o AUTISMO 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Visto  il D.lgs. n.297/1994;

Visto  il D.P.R. n.275/1999;

Visto  il D.lgs. n.165/2001, art.25;

Visto il D.lgs. n.150/2009, art.68;

Vista la Circolare MIUR n.88 dell’ 8 novembre 2011: “Indicazioni e istruzioni per l’applicazione al  personale della scuola delle nuove norme in materia disciplinare introdotte dal Decreto legislativo 27 ottobre 2009, n.150”;

Visto il C.C.N.L. del comparto scuola 29 novembre 2007, Art.95, comma 9 e Allegato 1;

Visto il D.P.R. n.62 del 16 aprile 2013 pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.129 del 4 giugno 2013 “Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici”;

Vista  la nota n.9582 dell’11 giugno 2013 del MIUR che pubblica il D.P.R. n.62 del 16 aprile 2013 che pubblica;

Accertata la necessità di procedere alla pubblicazione del codice disciplinare e del “Regolamento recante  codice di comportamento dei dipendenti pubblici” (D.P.R. 62/2013) che abroga il precedente “Codice di comportamento dei dipendenti pubblici”

 

DISPONE

 

che siano pubblicati all’albo dell’Istituto e sul sito web della scuola i seguenti documenti:

1 - Regolamento recante codice di comportamento dei dipendenti pubblici;

2 - Codice di condotta da adottare nella lotta contro le molestie sessuali

Per il personale docente (con contratto a tempo indeterminato e a tempo determinato) capo ix “norme disciplinari” c.c.n.l. 2006/2009 comparto scuola art.91 “rinvio norme disciplinari” con testuale richiamo al titolo 1, capo iv della parte terza del d.lgs. 297/94 (articoli dal 492 al 516);

3 - Per il personale ata ( con contratto a tempo indeterminato e contratto a tempo determinato) capo ix “norme disciplinari” sezione ii c.c.n.l. 2006/2009 comparto scuola (articoli dal 92 al 99);

4 - lgs.27 ottobre 2009 n.150 – capo v sanzioni disciplinari e responsabilità dei dipendenti pubblici (dall’articolo 67 al 73);

5 - Schema di codice di condotta di condotta da adottare nella lotta contro le molestie sessuali – allegato 1 c.c.n.l. del 29.11.2007 ;

6 - Circolare miur n.88 dell’ 8 novembre 2011.

Come indicato dal testo dell'art. 55 del D.Lvo n.165/01 (Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, come integrate e modificate dal predetto D.L.vo 150/09), le nuove disposizioni costituiscono norme imperative ai sensi degli artt. 1339 e 1419 del Codice Civile e pertanto integrano e modificano le fattispecie disciplinari già previste.

 

                                                 Il Dirigente Scolastico
                                                    Maurizio Trani

Vedi Allegato

Allegati:
FileDescrizione
Scarica questo file (ALLEGATO_PAI_Bianchini.pdf)ALLEGATO_PAI_Bianchini.pdf 
Scarica questo file (pof_14_15.pdf)pof_14_15.pdf 

Regolamento uso delle LIM

REGOLAMENTO

La lavagna multimediale interattiva deve essere usata osservando scrupolosamente il seguente regolamento.

  • Sarà sistemata una cassetta con le chiavi numerate degli armadietti.
  • Per l’utilizzo della LIM il docente interessato deve prelevare nella vicepresidenza la chiave dell’armadietto e riconsegnarla alla fine dell’ora.
  • La manutenzione e l’assistenza tecnica delle lavagne interattive multimediali sono affidate esclusivamente agli assistenti tecnici.

 

Vanno rispettate rigorosamente le seguenti procedure di accensione, avvio e spegnimento del kit LIM:

PRIMA DI INZIARE

Prima di iniziare verificare che i collegamenti siano stati effettuati in modo corretto. Tutti gli

apparecchi devono essere collegati alla rete elettrica tramite i rispettivi cavi di alimentazione. Un cavo VGA deve collegare il computer con il proiettore. Un cavo USB collega la lavagna al computer. Quando tutti i collegamenti sono stati effettuati si può procedere ad accendere la lavagna.

Vanno rispettate rigorosamente le procedure di accensione, avvio e spegnimento del kit LIM.

ACCENSIONE LIM:

1. verificare la presenza di tutti i materiali;

2. accendere il proiettore con il telecomando;

3. accendere il PC;

4. accendere le casse.

Le casse acustiche hanno una manopola per la regolazione del volume che si trova sul lato sinistro dello schermo. La regolazione del volume della fonte (computer) viene invece regolata dal computer stesso.

SPEGNIMENTO LIM:

1. spegnere le casse;

2. spegnere il PC;

3. spegnere il proiettore con il telecomando premendo due volte il tasto rosso.

4. In seguito al comando il proiettore avvia una procedura di raffreddamento della lampada (led lampeggiante) che DEVE completare il raffreddamento (led giallo fisso) prima che  l’alimentazione venga tolta (spina) o prima di accenderlo nuovamente. Se l’operazione  di raffreddamento è interrotta (se si stacca la spina prima che la lampada si sia raffreddata) si rischia di bruciare la lampada che ha un costo di circa 250 euro.

Nel caso in cui si debba accendere nuovamente la LIM subito dopo averla spenta, attendere qualche minuto (3-4 minuti) in modo che la lampada si raffreddi adeguatamente. E’ importantissimo controllare sempre che l’antivirus sia aggiornato in particolare se si utilizzano chiavette USB o altre fonti esterne.

Non inserire password aggiuntive per bloccare o disabilitare qualsiasi funzione o documento; tutti i documenti dovranno essere salvati in chiaro, non protetti e non criptati. Il docente deve verificare al termine delle lezioni che tutte le apparecchiature siano spente comprese la presa multipla generale e che tutti gli accessori siano stati adeguatamente ricollocati.

La lavagna deve essere usata solo con le apposite penne interattive o, nel caso di schermi touchscreen, si può utilizzare semplicemente il dito, non usare evidenziatori, matite o altri tipi di penne, non graffiare la superficie della LIM con oggetti duri o appuntiti.

Per scrivere con la penna interattiva tenerla in posizione perpendicolare alla lavagna senza pigiare, al fine di non comprometterne la funzionalità.


PATTO DI CORRESPONSABILITA’ EDUCATIVA

 

Visto il D.M. n. 5843/A3 del 16 ottobre 2006 “Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità

Visti i D.P.R. n.249 del 24/6/1998 e D.P.R. n.235 del 21/11/2007 “Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria

Visto il D.M. n.16 del 5 febbraio 2007 “Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale pe la prevenzione del bullismo

Visto il D.M. n.30 del 15 marzo 2007 “Linee di indirizzo ed indicazioni in materia di utilizzo di telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari, dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti

 

si stipula con la famiglia dell’alunno il seguente patto educativo di corresponsabilità, con il quale

 

I docenti si impegnano a:

  • Essere puntuali alle lezioni, precisi nelle consegne di programmazioni, verbali e negli adempimenti previsti dalla scuola;
  • Non usare mai in classe il cellulare;
  • Rispettare gli alunni, le famiglie e il personale della scuola;
  • Essere attenti alla sorveglianza degli studenti in classe e nell’intervallo e a non abbandonare mai la classe senza averne dato avviso al Dirigente Scolastico o a un suo Collaboratore;
  • Informare studenti e genitori del proprio intervento educativo e del livello di apprendimento degli studenti;
  • Informare gli alunni degli obiettivi educativi e didattici, dei tempi e delle modalità di attuazione;
  • Esplicitare i criteri per la valutazione delle verifiche orali, scritte e di laboratorio.
  • Comunicare a studenti e genitori con chiarezza i risultati delle verifiche scritte, orali e di laboratorio;
  • Effettuare almeno il numero minimo di verifiche come previsto dai Dipartimenti disciplinari;
  • Correggere e consegnare i compiti entro 15 giorni e, comunque, prima della prova successiva;
  • Realizzare un clima scolastico positivo fondato sul dialogo e sul rispetto;
  • Favorire la capacità di iniziativa, di decisione e di assunzione di responsabilità;
  • Incoraggiare gli studenti ad apprezzare e valorizzare le differenze;
  • Lavorare in modo collegiale con i colleghi della stessa disciplina, con i colleghi dei consigli di classe e con l’intero corpo docente della scuola nelle riunioni del Collegio dei docenti;
  • Pianificare il proprio lavoro, in modo da prevedere anche attività di recupero e sostegno il più possibile personalizzate;

 

Le studentesse e gli studenti si impegnano a:

  • Essere puntuali alle lezioni e frequentarle con regolarità;
  • Non usare mai il cellulare durante le lezioni e all’interno dell’istituto;
  • Lasciare l’aula solo se autorizzati dal docente;
  • Chiedere di uscire dall’aula solo in caso di necessità ed uno per volta;
  • Intervenire durante le lezioni in modo ordinato e pertinente;
  • Conoscere l’Offerta Formativa presentata dagli insegnanti;
  • Rispettare i compagni e il personale della scuola;
  • Rispettare le diversità personali e culturali, la sensibilità altrui;
  • Conoscere e rispettare il Regolamento di Istituto;
  • Rispettare gli spazi, gli arredi ed i laboratori della scuola;
  • Partecipare al lavoro scolastico individuale e/o di gruppo;
  • Svolgere regolarmente il lavoro assegnato a scuola e a casa;
  • Favorire la comunicazione scuola/famiglia;
  • Sottoporsi regolarmente alle verifiche previste dai docenti.
  • Riferire ai genitori le convocazioni della scuola in special modo quelle relative ad ingressi posticipati e uscite anticipate.

 

I genitori si impegnano a:

  • Conoscere l’Offerta formativa della scuola;
  • Collaborare al progetto formativo partecipando, con proposte e osservazioni migliorative, a riunioni, assemblee, consigli e colloqui;
  • Controllare sul libretto le giustificazioni di assenze e ritardi del proprio figlio, contattando anche la scuola per accertamenti;
  • Rivolgersi ai docenti e al Dirigente Scolastico in presenza di problemi didattici o personali;
  • Dare informazioni utili a migliorare la conoscenza degli studenti da parte della scuola;
  • Conoscere e accettare integralmente il regolamento d’istituto pubblicato sul sito;
  • Conoscere lo Statuto delle studentesse e degli studenti;
  • Conoscere le comunicazioni della scuola a loro destinate per mezzo dei figli in special modo quelle relative ad ingressi posticipati e uscite anticipate.

 

Il personale non docente si impegna a:

  • Essere puntuale e a svolgere con precisione il lavoro assegnato;
  • Conoscere l’Offerta Formativa della scuola e a collaborare a realizzarla, per quanto di competenza;
  • Garantire il necessario supporto alle attività didattiche, con puntualità e diligenza;
  • Segnalare ai docenti e al Dirigente Scolastico eventuali problemi rilevati;
  • Favorire un clima di collaborazione e rispetto tra tutte le componenti presenti e operanti nella scuola (studenti, genitori, docenti);

 

Il Dirigente Scolastico si impegna a:

  • Garantire e favorire l’attuazione dell’Offerta Formativa, ponendo studenti, genitori, docenti e personale non docente nella condizione di esprimere al meglio il loro ruolo;
  • Garantire a ogni componente scolastica la possibilità di esprimere e valorizzare le proprie potenzialità;
  • Garantire e favorire il dialogo, la collaborazione e il rispetto tra le diverse componenti della comunità scolastica;
  • Cogliere le esigenze formative degli studenti e della comunità in cui la scuola opera, per ricercare risposte adeguate.

 

Firma del genitore per accettazione, per quanto riguarda il proprio ruolo:

………………………………………………………………………………….

Firma dello studente/della studentessa, per quanto riguarda il proprio ruolo:

…………………………………………………………………………………

 

 

                                                                                              Il Dirigente Scolastico
                                                                                              Prof. Maurizio TRANI

IL BIANCHINI PER L'INCLUSIVITA'

Normativa BES/DSA

PROGETTI PER L’INCLUSIVITA’

 

AID Italia

 

 

AIDA Associazione

Portale Autismo

Fish Onlus

 

BES

Dislessia Amica


Siamo qui