Classe Viva


Prot. 6104

 

Terracina 01 ottobre 2016

A TUTTO IL PERSONALE

A TUTTI GLI STUDENTI

AI GENITORI DEGLI STUDENTI

ALL’ALBO

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

 

 

 

  • Vista la Legge 11.11.1975, n. 584;
  • Vista la Legge 16 gennaio 2003, n. 3 (art. 51 tutela non fumatori) - Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione;
  • Vista la Legge 28.12.2001, n. 448 - “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello stato" - Art. 52 comma 20 (aumento delle sanzioni per la violazione del divieto o fumo previste dall’art. 7 legge 584/1975);
  • Vista la Legge 30.12.2004, n. 311 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2005)" -c. 189-191 (aumento delle sanzioni per la violazione ce divieto di fumo previste dall’art. 7 legge 584/1975);
  • Vista la Direttiva PCM del 14/12/1995 - Divieto di fumo in determinati locali della pubblica amministrazione o dei gestori di servizi pubblici;
  • Vista la Legge 31 ottobre 2003, n. 306. - art. 7;
  • Visto il decreto PCM 23.12.2003 - Attuazione dell'art. 51, comma 2 della legge 16.01.2003, n I;
  • Vista la circ. Ministero Sanità n. 4 del 28.03.2001, - "Interpretazione ed applicazione delle lego vigenti in materia di divieto di fumo";
  • Visto il DM Salute - Circolare 17.12.2004 - Indicazioni Interpretative e attuative dei divieti conseguenti all'entrata in vigore dell'articolo 51 della legge 16.11.2003, n. 3, sulla tutela della salute de non fumatori;
  • Vistigli Atti di Intesa Stato - Regioni in materia di divieto di fumo del 21.12.95, del 24.07.03 e oe 16.12.04
  • Considerati i poteri disciplinari prerogativa del Datore di lavoro e dei Preposti, in ottemperanza a D. Lgs. 626/1994, art. 60-72 ter (Definizioni) - decies (Sorveglianza sanitaria);

 

Dispone

 

 

che il divieto di fumo sia operante

  1. in tutti gli ambienti esterni e nel cortile, durante l’attività scolastica;
  2. nell’intero edificio, anche nei locali non aperti al pubblico, per i dipendenti con previsione di adeguate sanzioni disciplinari per chi non ottemperasse e con l’obbligo di allontanare eventuali estranei che infrangessero il divieto.

 

 

                                                                                           Il Dirigente Scolastico

                                                                                                Maurizio Trani

 

Allegati:
FileDescrizione
Scarica questo file (Divieto di fumo.pdf)Divieto di fumo.pdf 
Newsletter

AID Italia

 

 

AIDA Associazione

Portale Autismo

Fish Onlus

 

BES

Dislessia Amica

IL BIANCHINI PER L'INCLUSIVITA'

Normativa BES/DSA

PROGETTI PER L’INCLUSIVITA’

 

AUTOVALUTAZIONE D'ISTITUTO

Questionario Alunni

Questionario Genitori


Siamo qui